Menu
Elezioni Comites in Irlanda la lista Insieme per gli italiani si presenta in Ambasciata

Elezioni Comites in Irlanda la list…

La lista della continuita...

Le bolle che si rivelano balle

Le bolle che si rivelano balle

L’Irlanda, dopo diversi a...

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominoni, mi candido per il COMITES a Dublino

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominon…

DUBLINO: "Me lo ha chiest...

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino Nardi mambro del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino …

Dopo dieci anni finalment...

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse, talento, track record

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse…

TasseSul tavolo da gioco ...

John Griffin ex Presidente dell’Irish Business Association

John Griffin ex Presidente dell’Iri…

Il signor John Griffin è ...

La lingua italiana entra nella lingua parlata dagli irlandesi, esempi? minestrone, latte o prima donna

La lingua italiana entra nella ling…

La lingua italiana entra ...

Malahide una cittadina sporca alle porte di Dublino

Malahide una cittadina sporca alle …

Malahide. Cittadina sporc...

SWORDS Il Fingal Film Festival  alza oggi il sipario

SWORDS Il Fingal Film Festival alz…

DUBLINO Il Fingal Film Fe...

DUBLINO. Gli affitti aumentano ma le case mancano

DUBLINO. Gli affitti aumentano ma l…

  DUBLINO. Dopo sei...

Prev Next

La storia di Egidio Iannella, che trova una foto del nonno in viaggio verso Dublino

I fratelli Iannella con la foto del nonno nel bar di Manchester I fratelli Iannella con la foto del nonno nel bar di Manchester

Nella vita ci sono coincidenze e coincidenze. Quelle che avvengono durante i nostri viaggi, che a volte ci tengono in apprensione per timore di perdere il “cambio” con il treno o l’aereo successivo. E quelle strane combinazioni di eventi che ci sorprendono, nel bene e nel male, e ci fanno interrogare sull’esistenza del caso o del destino. Ebbene, ci sono storie che uniscono entrambi i significati di questa parola. Quella di Egidio Iannella è una di queste: imbattersi in una foto del nonno durante una pausa in un bar in aeroporto del Regno Unito. Originario di Castelsaraceno, paesino di 1.500 abitanti della provincia di Potenza, Egidio doveva arrivare a Dublino, in compagnia della sorella e del cognato, per visitare il fratello stabilitosi a Swords oramai da qualche anno. La scelta della rotta di viaggio, però, si era rivelata già complicata: partendo dall’aeroporto più vicino a casa, quello di Bari, il cambio più naturale sarebbe dovuto accadere a Orio al Serio (BG). “Gli orari però erano scomodi – ci ha confidato Iannella – e così abbiamo pensato a un viaggio con tratte alternative, con scalo a Parigi Beauvais prima e Manchester poi. È proprio l’insolita destinazione dei voli che ha contribuito a caricare di fatalità l’accaduto.” Durante l’ultima sosta nell’aeroporto di Manchester, cercando un bar dove ingannare l’attesa dell’ultimo aereo, la scelta ricade su un’insegna dal confortante nome italiano, Caffè Nero, nonostante sia una catena di coffee shop britannica. È qui che accade l’insolito incontro: “Provenivo dalla cassa, dove avevo pagato la consumazione, e arrivando al tavolo dove erano seduti mia sorella e mio cognato, avevo fatto notare loro la gigantografia del panorama di un paesino che somigliava a uno vicino a Castelsaraceno, ma la cosa non aveva destato molto interesse. Mentre bevevo il mio caffè, tentavo di connettere il mio tablet a una linea internet wi-fi, con scarsi risultati. Stavo girando per la sala cercando un posto per ricevere meglio il segnale quando mi sono ritrovato di fronte la foto di mio nonno.” La scoperta ha provocato attimi d’incredulità nella compagnia, ma anche forti emozioni, data la grande importanza che riveste per Egido e la sua sorella il ruolo della famiglia. L’aspetto più sorprendente, però, è che il nonno, al secolo Antonio Cirigliano, scomparso da circa tre anni, non abbia mai viaggiato più in là di Torino, e ora si ritrovi in fotografia in un bar di Manchester. “Abbiamo subito chiesto informazioni ai gestori – continua Iannella – ma non ci hanno saputo dare spiegazioni, invitandoci a scrivere agli uffici centrali della compagnia. Così abbiamo fatto e ora attendiamo una risposta. Pensiamo che la foto sia stata scattata durante un evento organizzato qualche anno fa con la Pro Loco del paese, in cui, tra gli altri visitatori, c’era un fotografo professionista che ha curato un reportage fotografico di paesaggi e personaggi del posto: probabilmente era al servizio della catena di caffè.” Una doppia coincidenza che ha dell'incredibile: anche questo può succedere viaggiando verso Dublino.

Login to post comments
back to top